Costruire la cultura della Nazione. Alle origini della Enciclopedia Italiana

 Questo post raccoglie il testo dell’intervento che ho pronunciato in occasione del convegno Nell’età della Treccani: modernità senza democrazia. Architetti dello stato nuovo, che si è svolto 6 aprile 2017 a Roma presso l’Istituto della Enciclopedia Italiana.  Quello di una grande enciclopedia nazionale italiana era un progetto vagheggiato da numerosi intellettuali e politici fin dagli inizi del Novecento,

Il futuro della sinistra, una sinistra per il futuro

Questo post contiene l’articolo a mia firma uscito il 16 marzo 2017 sul numero 2/2017 della rivista MicroMega. Micromega ci chiede di riflettere su quali siano le coordinate per dare un futuro alla sinistra del nostro Paese. È una riflessione importante, in un momento in cui la classe dirigente della sinistra sembra aver perso in Italia,

La diplomazia culturale per lo sviluppo dell’Africa

Questo post raccoglie il mio intervento al convegno La diplomazia culturale per creare sviluppo, tenutosi a Roma, presso l’Accademia d’Egitto, il  26 Ottobre 2016. Alle autorità, agli studiosi e al pubblico presenti vanno il mio saluto e il mio ringraziamento. Desidero ringraziare in primo luogo Cleophas Adrien Dioma, presidente dell’Associazione Le Réseau, che dal 2002 opera per

Libri, un danno per l’Italia la guerra Milano-Torino

Questa intervista con Marco Esposito è stata pubblicata per la prima volta sul Mattino di Napoli il 25 settembre 2016. Massimo Bray, ex ministro della Cultura e direttore della Treccani, sta per diventare presidente della Fondazione del Salone del libro di Torino. La nomina cade nel trentesimo anno del Salone ma, anche, nel primo anno

Una regia unica per coordinare i diversi saloni del libro

Questa mia intervista con Guido Boffo è apparsa sul quotidiano La Stampa il 10 settembre 2016. Cita il discorso di Malala all’Onu: «Un bambino, un insegnante, un libro, una penna possono cambiare il mondo». Forse anche un salone del libro, due in compenso rischiano di complicare le cose. Massimo Bray, presidente in pectore della fiera

󰁓