“Sappi, amico mio, che quand’anche tu mi dessi una borsa piena di zecchini, e che questa borsa fosse in una ricca scatola, e che questa scatola fosse in un prezioso astuccio,questo astuccio in uno splendido cofanetto, questo cofanetto in un elegante salottino, questo salottino in una camera magnifica, questa camera in un comodo appartamento, questo appartamento in un fastoso castello, questo castello in una impareggiabile cittadella, questa cittadella in un’isola fertile, quest’isola in una provincia opulenta, questa provincia in un florido regno, questo regno in tutto il mondo; e se anche tu mi regalassi il mondo dove fosse questo florido regno, questa provincia opulenta, quest’isola fertile, questa impareggiabile cittadella, questo fastoso castello, questo comodo appartamento, questa magnifica camera, questo elegante salottino, questo splendido cofanetto, questo prezioso astuccio, questo ricco scrigno, dove fosse chiusa la borsa piena di zecchini, non me ne importerebbe nulla del tuo denaro, né di tutto questo”.
— Molière


󰁓